NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Tecnica Craniosacrale Biodinamica

CranioSacrale Biodinamica, immagine

La pratica craniosacrale è un approccio globale alla salute che riconosce l’interattività tra i differenti aspetti che costituiscono il nostro essere: fisico, emozionale, psicologico e spirituale.
Estrapolazione della medicina osteopatica, si tratta di una tecnica di ascolto/stimolazione manuale estremamente delicata, non invasiva, che va ad influenzare il ritmico e perpetuo funzionamento del sistema craniosacrale.

La dinamica funzionale del sistema craniosacrale, definita respirazione primaria craniosacrale è percepibile manualmente mediante l’evidenza di un movimento sottile di espansione e contrazione che si propaga in tutto il corpo; la respirazione primaria craniosacrale è considerata il “direttore d’orchestra” che permette all’organismo di agire come un’unità coerente. Prepara, organizza e regola un insieme di sistemi ed apparati fisiologici (scheletrico, muscolare, endocrino, cardiovascolare, respiratorio, linfatico, digerente, urinario, riproduttivo, nervoso).

Una modificazione qualitativa della respirazione primaria craniosacrale, possibile da traumi fisici ed emotivi, intossicazioni di vario genere, interventi chirurgici ed altro, può alterare l’equilibrio della persona. Tale risultato somatizza in tensione dei tessuti corporei con conseguente alterazione della postura, comparsa di dolore e/o disfunzione muscolo-scheletrica, organica e nervosa.

L’arte della craniosacrale consiste nel mettersi in relazione cosciente con le forze fondamentali che sostengono il processo della salute e della vita col fine di incoraggiare la riorganizzazione del sistema. Queste forze sono percepite dall’operatore attraverso i sottili movimenti dei tessuti e dei fluidi.
L’operatore che pratica la craniosacrale biodinamica mira alla comprensione e alla decodificazione dei processi di autoguarigione insiti nel corpo del ricevente: attraverso il tocco biodinamico egli cerca e incoraggia l’espressione della salute fondamentale e facilita gli aggiustamenti naturali provenienti dalle risorse interiori del cliente.
La priorità è data a una visione olistica dell’esperienza umana, dove l’anatomia e la fisiologia sono in relazione con le forze sottili delle correnti vitali che agiscono attraverso i fluidi del corpo.

  • M.J.Shea, Terapia Craniosacrale biodinamica, Somatica Edizioni
  • J.Tolja, D.Slavec, La malattia sana, TEA
  • www.craniosacrale.it
 
"L'ASCOLTO PROFONDO

Essere testimoni del momento presente esattamente così com’è ora.
- - -
“Il problema non è il problema, ma è la RELAZIONE con il problema.”
- - -

(da www.centro-craniosacrale.it maggio 2015)"